Radiografie Endorali

Radiografie endorali digitali

Lo studio esegue l’esame con Tecnica a Scanner Laser Digitale e Film a Fosfori: un apparecchio radiografico specifico (endorale) impressiona un piccolo sensore ai fosfori posizionato nella bocca del paziente in corrispondenza del dente interessato. Un apposito centratore aiuta a trattenere in posizione la lastrina (entrambi inseriti in una speciale protezione igienica monouso) e a posizionare correttamente il tubo del radiografico in modo di mantenere più corretta e parallela possibile la proiezione dei raggi.
Il paziente chiudendo il morso manterrà il centratore fermo nella posizione stabilita dall’operatore. 
I tempi di esposizione sono di 10-20 centesimi di secondo: una dose di radiazioni al paziente  inferiore dell’80% rispetto alla tecnica con pellicola analogica.

Ortopantomografia

L’ortopantomografia (nota anche come ortopantomogramma, o radiografia panoramica delle arcate dentarie) è una tecnica radiografica che fornisce un’immagine dei denti, delle arcate dentarie, delle ossa mandibolarimascellari, dei seni mascellari su un’unica pellicola radiografica. L’esame permette inoltre di eseguire delle specifiche radiografie delle articolazioni temporo mandibolari, vale a dire di quelle strutture con cui la mandibola entra in articolazione con l’osso temporale permettendo i movimenti di apertura e di chiusura della bocca.

L’etimologia della parola deriva dal greco antico. “Orto” significa rettilineo, “Pan” tutto, “Tomo” in profondità, spessore, “grafia” disegno, descrizione.

Ortopantomografo

L’apparecchio utilizzato prende il nome di ortopantomografo e consiste di un braccio orizzontale rotante che contiene una sorgente di raggi X ed un meccanismo di movimento della pellicola (che porta il film radiografico) disposto all’estremità opposta. Per ottenere la proiezione delle arcate l’apparecchiatura con il tubo radiografico deve ruotare intorno alla testa del paziente e contemporaneamente deve ruotare la cassetta radiografica. Il cranio del paziente si trova tra il generatore di raggi X ed il film radiografico. La sorgente di raggi X viene collimata verso il film. Il fascio di raggi X emesso dal tubo è estremamente sottile (si parla infatti di “radiografia a fessura”) in modo di attraversare di volta in volta una sottile sezione delle arcate e proiettarne l’immagine radiografica su un punto preciso della pellicola.

I costruttori propongono soluzioni tecniche molto diverse per muovere il braccio dell’ortopantomografo, cercando di mantenere costante la distanza tra i denti, la pellicola ed il generatore di raggi X. Alcuni macchinari permettono movimenti su tre assi di assoluta precisione, e forniscono un’ottimale geometria di imaging, affidando ad un software il controllo continuo ed in tempo reale di ogni singola esposizione. È ovviamente impossibile selezionare un movimento ideale dato che l’anatomia varia notevolmente da persona a persona. Infine ciascun costruttore è obbligato ad un compromesso che risulta in un fattore di ingrandimento che varia fortemente lungo la pellicola (dal 15% al 30%).

Galleria Immagini – Radiografie Endorali e Ortopantomografie

A prescindere dai dentisti, sono rari
gli individui che fanno restare a bocca aperta. Liomax D’Arrigo


PROMO

Vai allo Shop e acquista il tuo Coupon

Le offerte sono variabili in base alla promizione del mese.

coupon

Contatti e Preventivi

Contattaci per avere maggiori informazioni o per fissare un appuntamento in sede Dentaltechnics.